I Cento Passi

31 maggio 2018
9:00 - 10:45

Scuola Secondaria Statale “A. Zanelli” | San Felice d/B (BS)

Speaker:

I Cento Passi

h 09.00 | GIOVEDì 31 MAGGIO | THURSDAY MAY 31th

Scuola Secondaria Statale “A. Zanelli” | San Felice d/B (BS)

A Cinisi, paesino siciliano schiacciato tra la roccia e il mare, nei pressi dell’aeroporto, utile quindi per il traffico di droga, cento passi separano la casa di Peppino Impastato da quella di Tano Badalamenti, il boss locale. Peppino, bambino curioso che non gradiva il silenzio opposto alle sue domande, al suo sforzo di capire, nel 1968 si ribella come tanti giovani al padre. Ma in Sicilia la ribellione diventa sfida allo statuto della mafia. Quando si batte insieme ai contadini che si oppongono all’esproprio delle loro terre per ampliare l’areoporto, Peppino conosce le prime sconfitte ma scopre l’orgoglio di una vocazione. Dopo varie esperienze fonda “Radio aut” che infrange il tabù dell’omertà e con l’arma del ridicolo distrugge il clima riverenziale attorno alla mafia. Tano Badalamenti diventa Tano Seduto e Cinisi è Mafiopoli. Il clima per lui si fa pesante: il padre cerca di farlo tacere, madre e fratrello sono solidali con lui. Quando arriva il Settantasette, mentre c’è chi si rifugia nel privato, lui si presenta alle elezioni comunali. Due giorni prima del voto lo fanno saltare in aria sui binari della ferrovia con sei chili di tritolo. La morte coincide con il ritrovamento a Roma del corpo di Aldo Moro, viene rubricata come “incidente sul lavoro”, poi, dopo che gli amici mettono a disposizione degli inquirenti molti indizi dell’esecuzione, diventa addirittura “suicidio”. Solo vent’anni dopo la Procura di Palermo rinvierà a giudizio Tano Badalamenti come mandante dell’assassinio. Il processo deve ancora essere celebrato.

“I cento passi” (one hundred steps) was the distance between the Impastatos’ house and the house of Tano Badalamenti, an important Mafia boss, in the small Sicilian town of Cinisi. The movie is the story of Peppino Impastato, a young left-wing activist who in the late seventies (when almost nobody dared to speak about the Mafia, and several politicians maintained that the Mafia did not even exist) repeatedly denounced Badalamenti’s criminal activities and the whole Mafia system, by using a small local radio station to broadcast his political pronouncements in the form of ironic humour. In 1978 Peppino (30 years old) was killed by an explosion. The police archived the case as an accident or a suicide, but his friends never accepted this conclusion. Note: This is a true story. More than wenty years after Peppino’s death, the case has been re-opened. Tano Badalamenti, meanwhile, has been convicted in the USA for drug trafficking.

Un film di | a film by
Marco Tullio Giordana

Italia, 2000
Drammatico | Drama | 114’

Proiezioni riservate alla scuola secondaria Statale A. Zanelli

 

Eventi

luglio: 2018
L M M G V S D
« Apr    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031